Info Turismo e Guida della Regione Molise

Roccamandolfi

roccamandolfi

Sulla parte più alta del monte che sovrasta il paese emerge dalla roccia l’antico castello (Rocca Maginulfi), tuttora imponente nonostante sia allo stato di rudere: già esistente nel 1195, venne smantellato dai soldati dell’imperatore Federico II nel 1223.

Nell’abitato – che sorge a circa un chilometro dal castello – il monumento più antico è una croce viaria, simile a quelle di Civitanova del Sannio e di Gambatesa, e databile tra la fine del XIV secolo e i primi decenni del successivo.

Nella chiesa di S. Giacomo, la Cappella di S. Gaetano conserva uno splendido altare e belle cornici, in commesso marmoreo, opere di maestranze napoletane (l’altare e una cornice, eseguiti dal noto marmoraro Giovan Battista Massotti tra il 1732 e il 1734, le altre due cornici da un ignoto artefice, pur esso napoletano, nel 1742), e una scultura lignea raffigurante il santo titolare, lavoro del campobassano Paolo (o Paolo Saverio) di Zinno (1772).

Si segnala la suggestiva località Campitello di Roccamandolfi. Il paese è base di partenza per escursioni nel Matese.

Potrebbe Interessarti anche...