Info Turismo e Guida della Regione Molise

Bojano

bojano

Bojano, con le sue radici antiche e la sua posizione suggestiva, offre ai visitatori un viaggio nel tempo e l’opportunità di scoprire una destinazione unica nel suo genere.

Cosa vedere

  1. Cattedrale di San Bartolomeo: Uno dei principali luoghi di interesse è la Cattedrale di San Bartolomeo, un capolavoro di architettura romanica. La cattedrale è famosa per la sua facciata ornata e i suoi affreschi medievali all’interno. Ammira l’eleganza e la maestosità di questa chiesa, che rappresenta un importante centro di culto per la comunità locale.
  2. Centro storico: Perdersi tra le stradine acciottolate del centro storico di Bojano è un’esperienza affascinante. Qui potrai ammirare antichi palazzi, torri medievali e suggestivi angoli che raccontano la storia millenaria della città. Goditi una passeggiata tranquilla e lasciati trasportare indietro nel tempo.
  3. Museo Civico Archeologico: Il Museo Civico Archeologico dè un’importante tappa per gli amanti della storia e dell’archeologia. Qui potrai scoprire reperti archeologici provenienti dalla città antica di Bovianum e dai siti circostanti. Il museo offre una panoramica completa sulla storia della regione, dalla preistoria all’epoca romana.
  4. Chiesa di Santa Maria della Strada: Situata appena fuori dal centro storico di Bojano, la Chiesa di Santa Maria della Strada è un gioiello architettonico da non perdere. Risalente al XIII secolo, questa chiesa presenta uno stile romanico-gotico e affreschi ben conservati che narrano storie religiose e leggende locali.
  5. Riserva Naturale del Lago di Castel San Vincenzo: A breve distanza da Bojano si trova la Riserva Naturale del Lago di Castel San Vincenzo, un’oasi di bellezza naturale. Il lago, circondato da verdi colline e boschi, offre l’opportunità di fare escursioni, praticare sport acquatici o semplicemente godersi la tranquillità della natura.

Feste e Fiere

Nel mese di agosto Bojano offre ai propri abitanti e ai visitatori una nutrita serie di appuntamenti, da mostre a manifestazioni di piazza, a gare sportive. I festeggiamenti si concludono con la festa in onore del patrono, San Bartolomeo, il 25 agosto.

Sempre in agosto, verso la metà del mese, si svolge la “Matesina“, gara sportiva su circuito cittadino compresa nel calendario internazionale di atletica leggera.
A settembre si tiene la “festa della montagna”.

Cenni storici

La storia di Bojano ha radici profonde che si perdono nel tempo. Fondata dai Sanniti, un popolo italico che abitava la regione nel IV secolo a.C., Bojano divenne presto un importante centro commerciale e politico. Sotto il dominio dei Romani, divenne una municipio con il nome di “Bovianum“.

Durante l’epoca romana, Bovianum prosperò come un vivace centro urbano. Le sue strade erano fiancheggiate da imponenti edifici pubblici, come il teatro e le terme, che testimoniano il ricco patrimonio culturale della città. La sua posizione strategica lungo la Via Traiana, una delle principali arterie di comunicazione romane, contribuì al suo sviluppo e alla sua importanza nella regione.

Tuttavia, la caduta dell’Impero Romano portò anche a un periodo di declino per Bojano. Nel corso dei secoli, la città passò sotto il dominio di vari signori feudali, tra cui i Normanni e i Borboni. Nel corso del Medioevo, Bojano fu spesso teatro di conflitti e invasioni, subendo danni e distruzioni durante le guerre e le battaglie che coinvolsero la regione.

Nonostante le difficoltà, Bojano riuscì a rialzarsi e a preservare la sua identità storica. Oggi, il centro storico di Bojano è un affascinante labirinto di stradine acciottolate e antiche piazze, dove è possibile ammirare edifici medievali, chiese e monumenti che raccontano la storia e la cultura della città.

Provincia: CB
Abitanti: 8310
Altezza s.l.m.: m 482
Superficie kmq: 49
Distanza da Campobasso: km 27

MUNICIPIO:
Via Galileo Galilei, 3 – 86021
Tel.: 0874.773337
Fax: 0874.773396

Potrebbe Interessarti anche...

Spiagge del Molise
Le spiagge più belle del Molise

Il Molise, una delle regioni più piccole e meno conosciute dell’Italia, nasconde un tesoro nascosto di bellezze naturali. Tra queste, le sue splendide spiagge, che